Sabato, 18 Novembre 2017

Perché le lettere della tastiera non sono in ordine alfabetico?

Le tastiere dei moderni computer, ma anche di quelli più datati ... e ad essere onesti la stragrande maggioranza delle tastiere, comprese quelle di vecchie macchine da scrivere meccaniche, vengono definite QWERTY. Se il perché di questo nome è facile da indovinare (basta leggere la prima riga della tastiera alfabetica), più difficile è intuire il perché di questa bislacca disposizione delle lettere. 

Nel 1867 fu proposto un brevetto per macchine da scrivere che vedeva disposte sulla prima riga le lettera dalla N alla Z e quelle dalla A alla M sulla seconda riga. Questa disposizione però aveva il difetto (oggi lo chiameremmo "Bug") di far bloccare i martelletti quando si digitava troppo velocemente. Fu così che nel 1878, il QWERTY fu brevettato da Christopher Scholes e divenne, in seguito popolare con la macchina da scrivere "Remington N.2" della Remington & Sons. Con questa nuova disposizione delle lettere, venivano allontanate le coppie di lettere più frequenti in inglese. In questa maniera i martelletti non correvano il rischio di incastrarsi tra di loro, con notevole risparmio di tempo, danneggiamenti e macchie sulla carta.

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social