Cibi e Bevande Fisica

Perché si formano bolle in un bicchiere d’acqua lasciato a riposo?

Perché si formano bolle in un bicchiere d'acqua

Prendete un bicchiere pieno d’acqua (a temperatura ambiente o inferiore) e lascialo a riposo per alcune ore. Puoi provare l’esperimento usando semplice acqua del rubinetto. Alla fine noterai che piccole bolle iniziano ad apparire all’interno del bicchiere. Ma perché si formano delle bolle in un bicchiere d’acqua lasciato a riposo?

Gas che si sciolgono in acqua

L’acqua, prima di uscire dai nostri nostri rubinetti, passa attraverso delle tubazioni per portarla a grandi serbatoi di stoccaggio. Pertanto, l’acqua nei tubi ha una pressione maggiore del normale ed è anche più fresca.

Queste due condizioni si rivelano ideali per sciogliere all’interno di essa alcuni gas abbondanti nella nostra atmosfera, come l’azoto e l’ossigeno.

I gas sono più solubili in acqua a temperature più fredde

I gas sono generalmente più solubili in acqua quando questa è ad una temperatura più bassa. In altre parole, la solubilità dei gas nell’acqua diminuisce all’aumentare della temperatura dell’acqua.

Più l’acqua aumenta di temperatura, più la sua capacità di tenere sciolto il gas al suo interno diminuisce. Quando l’acqua diventa più calda, quindi, i gas disciolti in essa tendono a uscire sotto forma di bolle perché l’acqua non riesce più a trattenerli al suo interno.

Nell’acqua fredda si dissolvono più molecole di gas ma quando l’acqua inizia a riscaldarsi (cioè la temperatura aumenta), aumenta anche l’energia cinetica delle molecole di gas che si trovano disciolte nell’acqua.

Le molecole cominciano quindi a muoversi più liberamente rompendo così i legami intermolecolari che le tengono insieme. Le molecole di gas cominciano quindi a fuoriuscire così dalla soluzione. 

La solubilità dei gas nell’acqua aumenta all’aumentare della pressione

C’è anche un altro fattore che concorre a spiegare perché si formano bolle in un bicchiere d’acqua lasciato a riposo. È stato osservato che i gas sono più solubili in acqua a pressioni più elevate. Il fenomeno è conosciuto come Legge di Henry. Per semplificare enormemente il concetto possiamo dire che più umenta la pressione, più le molecole di gas vengono forzate a rimanere soluzione.

Perché si formano bolle in un bicchiere d’acqua lasciato a riposo durante la notte?

Proprio per questi due fenomeni fisici (l’acqua fredda e a pressione maggiore trattiene più gas), l’acqua del rubinetto diventa un buon candidato, se non il candidato ideale, per trattenere al suo interno i gas disciolti. Tuttavia, quando quest’acqua viene versata in un bicchiere e lasciata a temperatura ambiente per alcune ore, la pressione atmosferica inizia a diminuire mentre la sua temperatura inizia ad aumentare.

Di conseguenza, i gas disciolti nell’acqua fuoriescono dalla soluzione e formano bolle del vetro o della superficie che contiene l’acqua. Tuttavia, poiché la temperatura non cambia così rapidamente, sono necessarie alcune ore prima che le bolle appaiano.

È pericoloso bere un bicchiere d’acqua con le bollicine formatesi dopo essere stata lasciata a riposo per un po’ di tempo?

In generale, bere un bicchiere d’acqua con bollicine formatesi dopo essere stata lasciata a riposo per un po’ di tempo non è dannoso per l’uomo. Queste bollicine sono principalmente anidride carbonica che era disciolto nell’acqua. Il processo è simile a quello che succede quando una bottiglia di acqua frizzante viene aperta e lasciata nel frigorifero per alcuni giorni; l’acqua può perdere parte della sua “frizzantezza”, ma rimane sicura da bere.

Tuttavia, se l’acqua è stata lasciata scoperta in un ambiente in cui potrebbero esserci contaminanti, come polvere o microrganismi, la qualità dell’acqua potrebbe essere compromessa. In questi casi, le bollicine potrebbero anche non essere il fattore principale da considerare riguardo alla sicurezza dell’acqua.

Inoltre, se noti un cambiamento nel sapore, nell’odore o nell’aspetto dell’acqua (oltre alla presenza di bollicine), potrebbe essere una buona idea scartarla. In ogni caso, l’acqua potabile dovrebbe provenire da una fonte sicura e, se si hanno dubbi sulla sua qualità, è meglio sostituirla con acqua fresca.