Venerdì, 24 Novembre 2017

Cerchio nel Grano compare a Torino durante la visita del Papa.

Una goliardata o un messaggio extraterrestre? Il personale di una Eliambulanza ha notato uno strano disegno geometrico all'interno del Campo Volo Aeritalia di Collegno, il secondo areoporto di Torino. Gianmaria Borsarelli, addetto alla torre di controllo ha dichiarato: «Non c'erano nè orme nè altri segni di passaggio. E' la prima volta che accade qui, nel campo volo»

 

 

 

Domenica 21 giugno lo spazio aereo sopra torino era interdetto per la visita di Papa Francesco alla Sacra Sindone. Solo i mezzi di servizio avevano l'autorizzazione a volare ed è stata proprio una Eliambulanza a scorgere il cerchio nel grano nel Campo Volo Aeritalia di Collegno. Gianmaria Borsarelli della Torre di Controllo del Campovolo ha dichiarato che «È quasi impossibile individuare il disegno se non in volo. Si tratta di una serie di cerchi concentrici del diametro complessivo di circa cento metri e tutto intorno non ci sono orme ne altri segni di passaggio»

Ma se questa è la prima volta per il Campo Volo, non può dirsi lo stesso della provincia di Torino. L'anno scorso, infatti, nello stesso giorno dello stesso mese, a Poirino, poco distante dal capoluogo piemontese, era comparso un altro cerchio. In quell'occasione però il mistero è stato subito svelato. Si trattava di una trovata di un ricercatore CICAP, Francesco Grassi, volta a dimostrare come sia possibilie eseguire quei disegni senza essere necessariamente Extraterrestri.

Che si tratti di un nuovo scherzo ordito dal CICAP rimane forte il legame tra Torino e gli Ufo. Il Monte Musiné, la montagna più vicina a Torino è infatti da sempre al centro di miti e leggende che lo vogliono sede di una base aliena.  Fuochi notturni, rigagnoli d'acqua che scorrono al contrario ed improvvisi bagliori notturni sono da sempre accostati alla montagna. Si narra che l'8 dicembre 1978  due giovani escursionisti furono attirati da una luce intensa. Uno dei due dopo essersi avvicinato alla fonte luminosa, scomparve. Subito partirono le richerche e quando l'escursionista scomparso fu ritrovato, presentava una bruciatura su una gamba. Dopo aver superato lo stato di chock l'escursionista raccontò di aver visto un veicolo a forma di sigaro e di essere entrato a contatto con delle creature ne sarebbero uscite. Entrambi i testimoni del bagliore soffrirono in seguito di congiuntivite.

 

 

Tags: , ,

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social