Lunedì, 20 Novembre 2017

Subito.it & Ebay: Fidarsi è bene, ma attenzione! (AGGIORNATO)

Spesse volte ci troviamo per necessità o per semplice curiosità a spulciare siti di acquisti OnLine a caccia dell'occasione del secolo. Attenzione però, quando il prezzo di un oggetto è troppo allettante, spesse volte c'è qualcosa che non quadra.

 

 

Nulla potrà mai metterci completamente al riparo dalle fregature, tuttavia esistono diversi accorgimenti da poter prendere per ridurre notevolmente il rischio di veder bruciati i nostri soldi.

Il primo consiglio è quello di prediligere PAYPAL come mezzo di pagamento. Evitate se possibile tutti gli altri proposti solitamente (Postepay, Bonifico bancario o postale) soprattutto quando il venditore è una persona fisica, ossia un privato come noi, e non un negozio online. PayPal, infatti, protegge gli acquirenti che non ricevono la merce o che la ricevono difforme da quanto dichiarato dal venditore. Il percorso per il rimborso può essere lungo anche più di due mesi, ma se siamo nel giusto (PayPal ci chiederà alcuni dati come il numero di transazione, il nome utente Ebay del venditore eccetera), una volta conclusi gli accertamenti ci vedremo rimborsare sul nostro conto il maltolto. Tutta la pratica può essere gestita ONLINE, in più riceveremo aggiornamenti via Mail sui progressi della pratica.

Non è tutto. Un altro consiglio è quello di telefonare con una scusa al venditore e di certo non per valutare se ha una voce rassicurante.

Innanzitutto un venditore onesto non avrebbe alcun timore di fornirci un contatto telefonico. Se dovesse rifiutarsi, se dovessero uscire altri potenziali acquirenti che premono per concludere; se insomma vi mette fretta, dovreste sentire maggiormente puzza di bruciato.

Dovete sapere che esistono siti internet quali TELLOWS, CHI CHIAMA, UNKNOWNPHONE, CALLER RATING, dove utenti truffati segnalano il numero di telefono del venditore scorretto, lasciano un "feedback" e raccontano l'accaduto in una breve recensione. Leggendo questi commenti troverete gente truffata dallo stesso "numero di telefono" ed altri che invece grazie a questa ricerca sono salvi, e magari lasciano un ringraziamento. Spesse volte salta addirittura fuori il (vero) nome dell'utente scorretto, oltre che degli altri numerosi ALIAS e delle varie schede Postepay da evitare.

 

Una volta ricevuto il numero di telefono, quindi, e naturalmente prima di effettuare il pagamento, fa una breve ricerca su uno di questi siti, e per stare più tranquilo anche semplicemente su Google.

 

Aggiornamento di Venerdì 8 Maggio 2015:

È vero che il pagamento con PayPal ci mette al riparo da rischi quali merce non ricevuta e merce ricevuta NON  conforme a quanto descritto ... ma SOLO SU EBAY! In più DIFFIDATE da chi, pur accettando pagamenti con Paypal vi da un indirizzo email sul quale ricaricare. Generalmente Ebay è collegato già ad un conto Paypal. Se andrete a caricare un altro conto, quindi, NON sarete protetti nonostante il pagamento sia avvenuto con PayPal. Spesse volte un segnale di allarme è che l'utente che chiede il pagamento PayPal, chiede di utilizzare la forma della "DONAZIONE" e non della transazione. Le scusa più utilizzate per giustificare tale richiesta sono: commissioni da evitare, bisogno di una transazione veloce: in caso di vendita PayPal non metterebbe a disposizione SUBITO (?) la somma, cosa che farebbe invece in caso di donazione ad "amici o famigliari".

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social