Venerdì, 24 Novembre 2017

Sei davvero in gran forma ... per essere morto!

La decomposizione è il processo di disfacimento dei corpi (o di parte di essi) di organismi precedentemente viventi, dopo la morte. Ma in alcune circostanze, naturali o artificiali, il corpo non si arrende facilmente a questo processo.

Otzi3

Si stima che ÖTZI sia vissuto tra il 3359 ed il 3105 Avanti Cristo e probabilmente le cause della sua morte sono state un colpo in testa. Il freddo delle montagne Sud Tirolesi hanno fatto in modo che il corpo si conservasse in discrete condizioni. Ötzi indossava vestiti fatti di grasso e pelle ed era equipaggiato con un coltello, un ascia, una faretra, ed una manciata di bacche.

 

 


 

tollund man 36

 

I terreni ricchi di torba hanno la caratteristica di conservare i corpi morti. Proprio in un terreno ricco di questo elemento è stato trovato L'UOMO DI TOLLUND, in Danimarca. Gli esperti ritengono che l'Uomo di Tollund sia vissuto durante il terzo secolo Avanti Cristo. Quando fu ritrovato nel 1950, gli abitanti del posto lo scambiarono per la vittima di un recente omicidio. 

 


Lenin 2

 

Il dittatore Comunista VLADIMIR LENIN è morto nel 1924 ed il suo corpo è stato imbalsamato perché le future generazioni potessero conoscerlo. Per mantenerlo in questo stato il suo corpo ha bisogno di cure continue, che comprendono iniezioni e bagni in sostanze chimiche.

 

 


 

Lombardo 1

ROSALIA LOMBARDO è una bambina morta nel 1920 di polmonite, quando aveva solo due anni. Suo padre, devastato dal dolore ha richiesto l'intervento di un imbalsamatore che evidentemente sapeva il fatto suo. Combinando sapientemente formalina, alcol, acido salicidico, e glicerina, sembra davvero che Rosalia stia dormento pacifica. Proprio per questa sua espressione serena e tranquilla, Rosalia è stata soprannominata "La bellezza dormiente". È possibile visitarla presso il convento dei cappuccini a Palermo.

 

 


 

Lady 1

 

LADY XIN ZHUI è morta nel 163 Avanti Cristo. Moglie di un discendente della dinastia degli Han. Quando nel 1972 la sua tomba fu scoperchiata, gli scienziati scoprirono che il corpo era in un così ottimo stato di conservazione che nelle sue vene era ancora presente del sangue. I medici hanno potuto addirittura effettuare un'autopsia dopo quasi 2mila anni ed hanno capito che Ladi Xin Zhui morì per arresto cardiaco.

 

 


Dashi 1

DASHI-DORZHO ITIGILOV era un monaco Buddhista che, prima di morire nella posizione del loto, durante una meditazione, ha fatto due richieste. La prima fu quella di essere seppellito nella stessa posizione nella quale sarebbe morto, e la seconda fu quella di essere riesumato molti anni dopo la sua morte. Nel 1955 i Monaci lo riesumarono per la prima volta e rimasero sorpresi nel vedere che il suo corpo, nella posizione del Loto era rimasto praticamente intatto. Dopo una seconda riesumazione qualche hanno dopo, hanno potuto constatare che la morte non aveva effetti sul corpo di DASHI-DORZHO ITIGILOV, così da dichiarare sacre le sue reliquie.

 

 


 

Doncella 1

 

Pochi anni prima dell'arrivo degli europei nel Sud America, una giovane donna Inca fu sacrificata agli dei. LA DONCELLA morì di freddo, su un letto di foglie di cacao, drogata.

 

 


 John1

Durante una spedizione per il "passaggio a Nord-Ovest", il l'ufficiale inglese JOHN TORRINGTON morì per un avvelenamento da piombo e fu seppellito nella tundra. Nel 1984 alcuni scienziati scavarono la tomba di fortuna nella quale era seppellito Torrington trovando il suo corpo sorprendentemente intatto, con un macabro sorriso stampato sul volto del cadavere. 

 


 

Zita

 

SANTA ZITA è la santa protettrice delle "zitelle". Secondo una leggenda, al momento della sua morte nel 1272, sulla sua casa apparve una stella. Il suo corpo fu riesumato nel 1580 e nel 1696, Santa Zita fu canonizzata. Oggi riposa nella cattedrale di San Frediano a Lucca. 

 

 


 

Bernadette 2

 

Marie-Bernarde Soubirous è nota per aver assistito, a suo dire, a diverse apparizioni della Madonna, la prima nel 1858, quando aveva soltanto 14 anni. Morì all'età di 35 anni, il 16 aprile 1879 e quando il suo corpo fu riesumato il 22 settembre 1909 e apparve in ottimo stato di conservazione. Nella sua bara fu ritrovata una grande quantità di carbone, che fa pensare ad un procedimento per la mummificazione. Il 9 Aprile 1919 fu compiuta una seconda riesumazione ma questa volta si notarono segni di decomposizione: «La pelle rimane su buona parte del corpo; le unghie delle mani si sono parzialmente conservate ma sono molto mobili; il cranio è coperto da alcuni capelli corti. Le parti molli del naso sono parzialmente distrutte». Nel 1925, dopo una terza riesumazione, il corpo presentava ulteriori segni di decomposizione, tanto che fu indispendabile modellare una maschera di cera sul suo viso, prima di esporlo ai fedeli. Tuttavia, il dottor Comte riferisce di essere stato colpito dallo stato di conservazione del fegato, del tutto inaspettato: «Dopo 46 anni si potrebbe pensare che questo organo si sarebbe decomposto o indurito, eppure quando è stato tagliato era morbido e di consistenza quasi normale: ho fatto notare ai presenti che questo non sembra essere un fenomeno naturale»

 

 

 

 

Ti Potrebbero Interessare ...

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social