Giovedì, 21 Settembre 2017

Unioni Civili: Parroco suona campane a morto

Rintocchi "a morto" dalle campane di una chiesa di Carovilli, in provincia di Isernia,  per «celebrare il funerale del matrimonio tradizionale» dice Don Mario Fangio. «Ho ricevuto la solidarietà di molti parrocchiani. Non c'era necessità di una nuova legge sulle unioni civili. La vecchia legge li tutelava già ampiamente»

 

 

 «Oggi  è morta un'istituzione secolare. Con la legge delle unioni civili la gente è disorientata perché pensa, essendo essa una legge, che sia una cosa buona». Molti in paese si sono recati in chiesa per sapere chi fosse morto nella piccola comunità molisana di Carovilli, 1350 abitanti.

«Non è morto nessuno» rispondeva Don Mario. «Oggi  è morta un'istituzione secolare, è morto il matrimonio». Interrogato sulle possibili critiche al suo gesto, Don Mario, sicuro di se, non teme eventuali reazioni negative. «Ho fatto tutto a fin di bene».

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social