Lunedì, 20 Novembre 2017

il calabrone non può volare. Ma il calabrone non lo sa e perciò continua a volare. Ah si?

"La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso." (Albert Einstein).

Solo in questa frase ci sono due errori. Quali? Vediamo ...

 

Il primo errore è "del calabrone". La traduzione dall'inglese bumblebee è errata. Si parla infatti del bombo (Bombus Terrestris), e non quindi del calabrone. Il secondo errore è quello di appioppare la citazione ad Einstein. Più verosimile che la frase sia stata elaborata da un libro del 1934, Le Vol des insectes dell'entomologo francese Antoine Magnan, dove si diceva che:

"Ho applicato agli insetti le leggi della resistenza dell’aria e sono arrivato con il signor Sainte-Lague alla conclusione che il loro volo è impossibile"

C'è anche da dire che il signor Magnan ed il suo collaboratore Sainte-Lague, non avevano all'epoca i mezzi che il progresso ci ha portato. Negli anni '90 infatti, grazie a delle più accurate simulazioni al computer dei flussi d'aria e delle turbolenze create dalle ali del bombo, si è dimostrato che il bombo può (evidentemente) volare.

A non essere adeguato, quindi, non era il bombo, ma i calcoli ed i moldelli matematici dell'epoca.

 

 

 

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social