Sabato, 18 Novembre 2017

Rompono la tomba della figlia appena seppellita perché "La sentono urlare"

Non è chiaro se Neysi Perez, 16 anni, sia stata sul serio seppellita viva. Poco dopo aver posto la bara nella tomba i suoi parenti affermano di averla setita urlare e piangere. Senza pensarci troppo hanno rotto la tomba, tirato fuori ed aperto la bara.

 

 

Neysi Perez era una sedicenne in stato di gravidanza e prossima al matrimonio. Ha avuto un malore a casa del suo futuro marito dove è collassata a terra "facendo schiuma dalla bocca". Sintomo, quello della saliva, che ha indotto sua madre a credere che Nesy fosse posseduta dal demonio. Su di lei è stato quindi praticato un esorcismo ma non ha funzionato. Quando finalmente la giovane è stata sottoposta alle cure mediche era ormai troppo tardi ed i dottori non hanno potuto fare altro che dichiararla morta.

In un aurea di tristezza, Neysi Perez è stata adagiata nella bara con quello che sarebbe stato il suo vestito nuziale, ed una lastra di marmo è stata apposta sulla tomba. Il giorno successivo accade l'incredibile. Alcuni parenti sostengono infatti di aver sentito piangere e singhiozzare dentro la tomba tanto da indurli a distruggere la lastra di marmo per tirare fuori la bara.

Rudy Gonzales, che avrebbe dovuto sposare Neysi, racconta di aver appoggiato la sua mano sulla lapide e di aver sentiro "dei rumori" provenire dal suo interno. «Ho sentito distinamente dei colpi e poi l'ho sentita piangere ed invocare aiuto»

Gonzales ha quindi abbattuto con un martello la lastra posta a copertura ed ha tirato fuori la bara. Al momento dell'esumazione, tuttavia, testimoni raccontano che il corpo di Neysi Perez era immobile e freddo al tatto.

La dottoressa Claudia Lopez ha effettuato un nuovo controllo sul corpo della sedicenne: «Tutti dicevano che Neysi era viva, così mi sono precipitata sul posto ed ho ripetuto tutte le analisi del caso. Purtroppo non c'era niente da fare, Neysi era morta, non stava tornando dall'oltretomba»

Questa smentita, però, non basta a placare i parenti di Neysi che si dicono sicuri di non avere le traveggole. Questi sostengono infatti di aver trovato "un vetro della finestra per le ispezioni, sul coperchio della bara, rotto. In più le dita di Neysi erano ferite, chiaro segno che ha cercato di uscire".

Alla fine di questa vicenda, la madre di Neysi ha dichiarato: «Dopo averla saputa morta per tanto tempo, la gente ha cominciato a dire che invece mia figlia era viva. È stata una bellissima sensazione. Ho creduto davvero di poterla riabbracciare».

 

 

Ti Potrebbero Interessare ...

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social