Sabato, 18 Novembre 2017

Gli strappa di bocca la sigaretta: Rom condannato a tre anni per rapina

I fatti risalgono al 2012. A Forlì, un Rom avrebbe strappato dalla bocca di un uomo una sigaretta, quando questi si è rifiutato di offrirgliene una. Il giudice lo ha ritenuto un "gesto violento", condannando quindi il Rom a una condanna di tre anni da scontare in carcere.

 

 

 

A distanza di tre anni dall'accaduto un giudice ha ritenuto l'uomo di etnia Rom colpevole di violenza ai danni di un forlivese che si era rifiutato di offrirgli una sigaretta. In risposta al rifiuto il Rom avrebbe strappato di bocca la sigaretta al "leggitimo proprietario". I fatti avvenuti in strada sono stati interpretati come rapina con violenza dal giudice monocratico di Forlì, che ha dunque accolto le richieste del PM.

Attualmente l'imputato è in carcere per altri reati, ai quali si aggiunge evidentemente anche quest'ultimo. Il suo avvocato ha dichiarato che non c'era nessun intento violento nel suo assistito. Il Rom (residente in un campo di accoglienza comunale di Durazzanino) di  aveva infatti visto quell'uomo offrire sigarette ad extracomunitari e così ne ha chiesta una anche lui.

Secondo la difesa, quindi, il Rom avrebbe agito per scherzo, quasi "una goliardata da caserma".

Di parere completamente opposto il giudice che ha ravvisato violenza in quel gesto, condannando l'imputato ad una pena di tre anni di reclusione.

 

 

 

 

 

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social