Giovedì, 21 Settembre 2017

Donna insulta un'immigrata: indagata per crimini contro l'umanità

Una donna cinquantanovenne di Padova avrebbe insultato "in maniera violenta e pesante" una immigrata. Ora è indagata, oltre che per minacce e percosse, anche per il reato di apologia dei crimini contro l'umanità.

 

 

 

A pesare sulla donna anche le aggravanti che derivano dalla "Legge Mancino".  La Legge Mancino prevede la reclusione fino a un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, o nei confronti di chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi. La furia della donna 59enne è scaturita per futili motivi, stando al racconto dei testimoni. Una ragazza di origini marocchine è stata oggetto di offese a stampo razzista, calci, pugni e riferimenti ad Hitler e a sterminio di tutti gli immigrati. Buona parte degli insulti sono andati avanti addirittura in presenza dei Carabinieri, giunti sul posto dopo essere stati chiamati dei passanti. 

 

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social