Martedì, 12 Dicembre 2017

PRECISAZIONI Schiaffi e pugni della maestra, all’asilo nido succede l’incredibile

Ci segnalano un articolo pubblicato il 15 novembre 2017 su Italia24h: La vicenda assurda, ha come città Crotone, in cui vediamo un insegnate di scuola dell’infanzia sospesa con una grave accusa: aver commesso violenze fisiche sui bambini dell’istituto. I genitori avevano sporto denuncia allertati dai comportamenti insoliti dei figli: nervosismo e pianti improvvisi, ma soprattutto il non […]

L'articolo PRECISAZIONI Schiaffi e pugni della maestra, all’asilo nido succede l’incredibile sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale - fake news - bufale facebook.






Ci segnalano un articolo pubblicato il 15 novembre 2017 su Italia24h:

La vicenda assurda, ha come città Crotone, in cui vediamo un insegnate di scuola dell’infanzia sospesa con una grave accusa: aver commesso violenze fisiche sui bambini dell’istituto.

I genitori avevano sporto denuncia allertati dai comportamenti insoliti dei figli: nervosismo e pianti improvvisi, ma soprattutto il non voler andare a scuola tutte conseguenze di quello che faceva loro la maestra: percosse su mani, nuca e viso.

Come dimostrano le riprese video in possesso della Polizia locale, la donna afferrava con forza i bambini e li scaraventava dalla sedia. Le violenze inoltre erano anche psicologiche: li costringeva a rimanere in piedi verso la finestra o gli strappava la merenda. Un pugno nella pancia a un bambino, secondo lei non collaborativo nelle prove della recita di Natale.

L’articolo fa riferimento a un episodio accaduto realmente a Crotone, quando la mattina del 22 dicembre 2016 (Crotone News) la Polizia di Stato notificava un provvedimento di sospensione ad un’insegnante di una scuola materna. La donna si era resa protagonista di episodi di violenza ai danni dei bambini. L’indagine era partita in seguito delle denunce presentate dai genitori che avevano raccolto le testimonianze dei loro figli.

Le denunce erano state presentate il 6 dicembre (Il Messaggero) e gli investigatori avevano applicato sistemi di intercettazione ambientale. Le immagini registrate con una videocamera nascosta avevano immortalato istanti di violenza fisica e vessazioni psicologiche. Sul sito ufficiale della Polizia di Stato, un comunicato del 22 novembre 2016 riporta quanto segue:

Le risultanze investigative sono state trasfuse in una dettagliata informativa di reato all’A.G. procedente che, sulla scorta degli inconfutabili elementi di reità raccolti in capo alla docente in ordine al delitto di maltrattamenti di natura cd. “abituali”, otteneva dal G.I.P. il provvedimento cautelare in parola, con annesso divieto di svolgere l’attività di insegnamento fino alla data del 30.06.2017, quale termine dell’anno scolastico in corso. L’ordinanza è stata altresì notificata al Direttore Scolastico dell’Istituto in cui la maestra insegnava.

Un video delle intercettazioni della Polizia di Stato è visionabile sul canale YouTube GrNet News:

È dunque vera, per quanto riproposta in questi giorni, la notizia pubblicata da Italia24h. Gli autori però, non disponendo di immagini di archivio, hanno posto in copertina l’immagine di una bambina estranea ai fatti di Crotone.

Si tratta, infatti, di Katie Ann.

Nel 2011 Katie Ann aveva 3 anni ed era stata aggredita fisicamente da un’altra bambina alla Ratby Preschool di Leicester, Inghilterra (The Telegraph). Katie era stata graffiata, colpita in volto e morsa. Sul posto era intervenuta la Polizia, ma non poté intervenire in quanto l’autrice dell’aggressione, anch’ella, era troppo piccola. I genitori di Katie ne avevano dunque chiesto l’espulsione.

Parliamo di precisazioni, quindi, in quanto gli autori di Italia24h riciclano una notizia vera proponendola con un’immagine cruda in copertina, per assicurarsi un importante traffico sulla piattaforma.

L'articolo PRECISAZIONI Schiaffi e pugni della maestra, all’asilo nido succede l’incredibile sembra essere il primo su Bufale.net | Bufale - fake news - bufale facebook.


Bufale.net



DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social